Dopo la difesa del Capogruppo di Agrigento Rinasce a controreplicare è il Pdr (S.F.) che ancora una volta non riceve risposte dal primo cittadino ma si ritrova a contro rispondere a consiglieri di maggioranza che intervengono a tutela del Sindaco Firetto che ad oggi non ha ancora relazionato in consiglio sull’attività svolta.

“Ci dispiace constatare che l’aria di cambiamento e di rinascita tanto sentita e citata in campagna elettorale, dove si invocava al rispetto delle regole sanzionando le cattive abitudini di vecchi consiglieri ed amministratori, oggi sia quasi svanita lasciando spazio alla cattiva consuetudine.”

“Il fatto che un Capogruppo di maggioranza – sottolinea ancora Nuccia Palermo – ricordi che la non presentazione della relazione annuale sia quasi normalità a palazzo dei giganti ci preoccupa notevolmente. Ci preoccupa ancor di più se in questa normalità voglia rientrare anche l’amministrazione attuale con il consenso dei giovani consiglieri di maggioranza”.

“Oggi, seppur contrastati in consiglio – sostengono Nuccia Palermo e Salvatore Borsellino, rispettivamente Capogruppo e Presidente della I commissione – il Pdr (S.F.) intende lanciare una nuova politica di rinnovamento, di confronto e di trasparenza che sono le basi di un nuovo percorso. Intendiamo spazzare tutto ciò che fa parte di vecchie logiche e che alle nuove generazioni non garantisce né crescita né futuro. Oggi i giovani devono riappropriarsi della propria capacità di pensiero e di azione soprattutto se inseriti in un percorso politico e di servizio alla città.”

“Concludiamo – affermano infine i due Consiglieri del PDR, Palermo e Borsellino – invitando i consiglieri di maggioranza a non difendere a spada tratta l’indifendibile e di alzare il confronto e la corretta dialettica in consiglio nelle forme più nobili che prevede la democrazia: Il dibattito! E non per ultimo consigliamo una lettura più attenta degli art. 34 e 54 di statuto e regolamento per evitare brutte figure. ”