Palazzo Lo Jacono – Maraventano, un anno dopo. Le macerie, dopo nove mesi, sono state rimosse, ma per diverse famiglie residenti nella zona del crollo e sgomberate quel 26 aprile 2011, continua l’odissea. Si sentono abbandonate e lasciate al destino. E per questo motivo hanno annunciato per sabato prossimo una clamorosa e plateale azione di protesta: occuperanno le loro stesse case. Alcuni residenti sono stati costretti ad affittarsi un appartamento e non hanno mai ricevuto un euro di rimborso dal Comune. Peraltro da settembre 2011, l’Amministrazione comunale ha comunicato che, essendo esaurite le somme disponibili, tutti dovranno arrangiarsi. Senza contare che è in corso una inchiesta giudiziaria. Insomma, un anno dopo nulla è cambiato e che ancora oggi le famiglie non conoscono i tempi ed i modi per risolvere i loro problemi.