Il sindaco di Pantelleria, Alberto Di Marzo, eletto con una lista civica, è stato arrestato con l'accusa di corruzione aggravata. Gli sono stati concessi i domiciliari. Ad eseguire il provvedimento, chiesto dalla Procura di Marsala e firmato dal Gip, sono stati i carabinieri del Nucleo investigativo di Trapani. Secondo l'accusa, avrebbe intascato una "mazzetta" di 10 mila euro da un imprenditore edile di Alcamo per assumergli il figlio come dirigente di un settore del Comune.