Due punti persi o uno guadagnato è stata questa la domanda che abbiamo fatto  al termine della partita di ieri con il martina franca all’allenatore pino rigoli Si  perche la partita giocata sabato alle due del pomeriggio in uno stadio con sempre poche presenze neanche mille i paganti e oltre agli abbonati circa  400  - all’inizio si era messa ,male per l’akragas, poi si è arrivati alla quasi vittoria negli ultimi minuti di recupero. La partita inizia bene per la ns squadra con una buona azione portata avanti da muscat che al terzo minuto sembra sfiorare il vantaggio con un bel colpo di testa nato da una palla ricevuta da calcio d’angolo. Ma dopo questo primo brivido iniziale la partita va scemando ed è il martina franca a prendere pradonanza del campo , spinto anche da una maggiore necessità di fare punti, per via della classifica bassa in cui si trova la squadra pugliese  che attualmente è penultima,  Con 21 punti Nel martina franca si distingue il bravo Djakite in accoppiata con Rajcic danno un forte imput all’attacco degli avversari che si rendono pericolosi in diverse azioni,  una al 22’ circa ma a recuperare e il sempre bravo marino un muro davanti la porta di vono.  Dopo qualche minuto anche un traversa di sempre di diakite , ma è l’akragas sciupone che perde l’ocasione con madonia che fa tuto bene fino alla porta ma all’atto della clonclusione invece di finalizzare in rete passa la palla e l’azione sfuma in quanto nessuno era presente in area picola ad accogliere il suo passaggio -– E  nella ripresa che  il gioco si ravviva e arrivano le emozioni il martina franca gioca alla grande un partira al’attacco con un akragas che non fa altro che difendersi , la squadra sembra spenta tanto che al 64 ° arriva il goal di taurino n.11 lo stadio si amutolisce. Ed è ora che il mister cerca di dare una scossa alla squadra con ben tre cambi fatti a distanza di pochi minuti Salandria esce al 65° per Mauri, Zibert al 73° per Cristaldi e madonia al 77° per Leonetti. La squadra sembra cosi rifiatare tanto che arriva il pareggio con un azione di Di Piazza che si conquista la massima punizione.Di Piazza arriva cosi al traguardo di 12 reti segnate – ma l’abitro non se lasente di dare all’akragas un altro rigore per  un fallo su Grea in maniera molto netta ; un’altra occaisone ghiottissioma arriva a pochi minuti dalla fine della partita giocata dall’akragas in maniera toalmente diversa dall’inizio sembra un altra sqadra ma Viotti porteire delMartina f. salva a pochi minuti dalla fine , ecco perche il rammarico dei due punti persi  che a pochi minuti dei cinque di recupero assegnati dall’arbitro Federico Sassoli di Arezzo sembravano a portata di mano per la squadra di Pino Rigoli. L’akragas arriva cosi a 36 punti non ancora sufficienti per la matematica permanenza im lega pro. Cosi come ribadito da l mister piuno rigoli nel dopo partita.-